logo
A powerful architecture & Construction theme. Construct your website in the perfect Ratio.
Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula
Orari: LUN-VEN. h. 8-17
Via Nazario Sauro, 22 Cornate d’Adda (MB)
 

Faq

La Meccanica Scotti ha pensato di facilitare e di snellire il servizio tecnico commerciale e di Service, introducendo nel proprio sito Web una sezione dedicata alle domande che i ns. clienti ci pongono con una certa frequenza, al fine di poter dare un servizio ancora più celere ed efficace.

Faq tecnico/commerciali

Tavole CNC

Quale differenza c’è tra una tavola 4° asse INTEGRATO, e una tavola 4° INDEXATO ?

La differenza tra una tavola 4° asse integrato ed una 4° asse indexato, risiede nel fatto che la prima viene collegata e quindi viene comandata, programmata, e gestita direttamente dal CN della macchina utensile, è da considerarsi perciò, un asse come tutti gli altri, che viene programmato come gli altri assi, viene utilizzato in manuale come gli altri assi, viene azzerato come gli altri assi, e ha il grande vantaggio esser in grado di eseguire lavorazioni di contornatura come eliche, cam, e tutto ciò che il CN della macch. Ut. gli permette di fare in interpolazione con gli altri assi della macchina. Svantaggio di questo sistema è che non può essere spostato su più macchine, in quanto l’azionamento i cablaggi ecc. sono destinati ad una sola macchina ut. .
Mentre la tavola 4° asse indexato, pur avendo un movimento continuo millesimale come l’altra, non può però, interpolare con gli altri assi. Infatti attraverso il codice M la tavola puo’ posizionare in ogni punto della circonferenza ma mentre esegue la sua rotazione gli assi della macchina vengono messi in HOLD ASSI, ossia fintanto che la tavola non ha raggiunto la posizione programmata e non ha attivato il bloccaggio, la macchina non può eseguire alcuna funzione. E da qui si può capire che questo diventa un asse di solo posizionamento. Grosso vantaggio di questa tavola è la possibilità di essere montata su qualsivoglia macchina con una minima spesa per l’attivazione del codice M. Per concludere la differenza tra una ns. tavola 4° asse integrato ed uno indexato , è solo il tipo di elettronica che gli viene applicato, ma la meccanica e l’idraulica sono esattamente uguali.

Le vostre tavole sono tutte con bloccaggio idraulico?

Si, su tutte le Ns. tavole i bloccaggi sono sempre e solo IDRAULICI, perché la coppia di bloccaggio in lavorazioni precise e di super finitura è la cosa che fa la differenza, e noi abbiamo sempre scelto l’idraulica anche se più costosa e più complicata da eseguire, ma ha sempre fatto la differenza rispetto ai ns. concorrenti.

Come si deve valutare la precisione di posizionamento di una tavola?

R. La precisione di posizionamento di una tavola viene calcolata in Arcosecondi di grado ed è una delle cose meno facili da determinare. Infatti per determinare l’errore di un posizionamento angolare in millimetri cosa a cui tutti sono abituati a confrontare i posizionamenti, bisogna eseguire dei calcoli trigonometrici che inseriscono il diametro a cui si vuole verificare il posizionamento( ossia la precisione di una tavola varia in base al diametro a cui ci si riferisce) e l’errore in arcosecondi rilevato con un sistema ottico (collimatori con poligoni a 12 specchi certificati) stumenti che la Scotti ha sempre adottato per rilasciare ai propri clienti, certificati veri e sempre verificabili . Attenzione poi che la precisione delle tavole che deve essere dichiarata deve riguardare la bontà meccanica del gruppo Vite S.F. e Corona El., enfatti molti costruttori mettono delle precisioni molto elevate, omettendo o indicando in modo poco evidente che tale precisione è data dall’encoder montato in asse al mandrino della tavola, così facendo non dichiarano la precisione della corona el. ed i giochi che in essa risiedono. Ovviamente alla Scotti proponiamo sempre l’encoder in asse tavola specialmente sui grossi diametri dove un normale errore di posizionamento può diventare molto grossolano a diametri importanti, ma lo evidenziamo dopo aver fornito la precisione meccanica del gruppo vite s.f. ..

Potete fornire le tavole complete di motori ed azionamenti: Fanuc, Siemens, Mitsubishi, Heidenhain, Selca ?

Si tutte le Ns. tavole possono accettare i motori di tutte le principali marche di CN che ci sono sul mercato. Le tavole a catalogo hanno già le dimensioni dei carter previste per il montaggio dei motori Siemens, Fanuc, Sanyo Deiki. Per tutti gli altri la Scotti realizza delle carterature apposite e relative pulegge, per adattare le tavole a qualsiasi motore, i costi sono preventivati prima dell’ordine .

Potete fornire l’installazione delle Vs. tavole cnc direttamente sul 4° asse dei centri di lavoro?

Si la Scotti è in grado di installare le tavole al 4° asse delle macchine che montano i seguenti cnc: Fanuc, Selca, ed Heidenhain , con propri tecnici in grado di curare sia l’installazione dell’hardware ( azionamenti schede assi ecc.) sia di modificare i PLC delle macchine per la gestione della tavola .

Il codice M per le tavole con proprio posizionatore possono essere messe in automatico con il centro di lavoro ?

Si attraverso un solo codice M della macchina ut. , si può realizzare un ciclo automatico tra cnc Macchina ut. E cnc tavola girevole, ed il funzionamento è molto semplice: si realizza il programma della tavola con tutti i posizionamenti che si intendono compiere con la tavola, poi si procede alla programmazione della macchina ut. , inserendo il codice M designato ogni qualvolta si desideri che la tavola compia una rotazione. E’ comunque importante sapere che tanti posizionamenti farà la tavola tanti codici M dovranno essere inseriti nel programma della macchina ut. In modo da tenere sempre in fase i due sistemi.

Tutte le macchine possono essere dotate di codice M ?

Si tutte le macchine ut. recenti (8/10 anni) hanno sempre qualche codice M libero per essere utilizzato in questo modo, su modelli molto datati di alcune marche è possibile trovare delle difficoltà che si possono sistemare con una spesa aggiuntiva per la modifica del PLC e dell’Hardware.

Costa di più una tavola 4° asse Integrato o una 4° asse Indexato ?

Il costo di una tavola 4° asse integrato è sicuramente maggiore di una 4° asse indexato, ma la differenza varia in funzione del CN a cui si intende collegare la Tavola. Infatti basti pensare che la differenza tra una marca e l’altra di motore-azionamento può essere anche del 40%, e poi un altro costo che varia quello del tecnico che deve installare la tavola, infatti dipende dalla distanza in qui si trova il cliente, quindi per tutte queste ragioni i costi di una tavola 4° asse sono maggiori.

Come funzionano le Vs. tavole Pneumatiche ?

Le Tavole pneumatiche sono dei sistemi “ Rigidi “ ossia non possono fare posizionamenti diversi da quelli consentiti dal sistema: 15°- 30°- 45°- 60° – 90°- 120°, e la rotazione può essere solo in senso orario. Inoltre il bloccaggio di queste tavole è notevolmente inferiore alle tavole Cn perché non è idraulico ma pneumatico. Sono indicate per applicazioni dove il pezzo o l’attrezzo necessita sempre delle medesime divisioni angolari uguali.

Come funzionano le vostre tavole con motori Coppia (Torque)?

Sono le tavole del futuro, ossia delle tavole che hanno abbandonato il sistema Vite S.F.-Corona El. e si affidano a dei motori particolari, con avvolgimenti particolari che riescono a dare coppie di lavoro medie con elevate accelerazioni, elevate velocità di rotazione , completa assenza di giochi meccanici e precisioni di posizionamento ottime, grazie a sistemi di misura diretti sull’asse. Ovviamente la Scotti ne produce di diversi modelli e realizza anche modelli dedicati alle diverse esigenze del cliente.
Sono tavole destinate a chi esegue lavorazioni di finitura e non di potenza, la grossa differenza tra queste tavole e quelle a vite s.f. è indubbiamente la coppia di lavoro, infatti le tavole a vite s.f. possono arrivare ad avere fino a 3 volte la coppia di una torque.

Siete disponibili a fornire tavole con attrezzature speciali?

La Scotti da tempo ha sviluppato una serie di soluzioni applicabili alle proprie tavole, che possono incontrare le esigenze di moltissimi clienti, anche se è comunque sempre aperta a nuovi temi da sviluppare con i propri clienti al fine di risolvere le più svariate problematiche di produzione. Da anni la Scotti ha inserito i sistemi con Controsupporto per cubi e culle da applicare sulle proprie tavole, ha inoltre sviluppato sistemi di presa pezzo, con Autocentranti idraulici, pneumatici, Pinze , sistemi integrati con Iso 50 , Capto, e relative chiusure idrauliche, sistemi di cambio pallet integrati al plateau delle tavole, ecc. ecc. . Inoltre dal 2006 con l’accordo di commercializzazione delle morse e sistemi di bloccaggio dell’azienda Svizzera Gressel ha ulteriormente completato la propria gamma di prodotti e di soluzioni di presa pezzo, aprendo un nuovo comparto dedicato ai centri di lavoro Orizzontali con l’introduzione di cubi da 300X300 a 630X630 completi di morse o di sistemi dedicati.

Service tavole CNC

La tavola non posiziona più in modo corretto e preciso!

Controllare se l’errore sui ribaltamenti 0°-180° e 90°-270° sono nell’ordine di 0,2 o nell’ordine di 2/5 mm, infatti se fossero di pochi decimi di millimetro significherebbe che la tavola necessita di una registrazione del gioco vite s.f.-corona el., in questo caso il cliente può decidere di intervenire direttamente dopo aver sentito il ns. servizio Service e aver consultato il Manuale di manutenzione tavola. Mentre se l’errore è nell’ordine di millimetri, si deve analizzare se il problema è : “Collisione macchina ut. – tavola” ( Chiamare il Service Scotti per intervento e sostituzione gruppo vite s.f. e corona el. e ripristino flangia bloccaggio assiale bussola ecc. ); Rottura cuscinetto reggispinta ( Chiamare il Service Scotti per intervento e sostituzione cuscinetti e gabbie linea vite senza fine); Rottura cinghia a gioco zero e/o giuno puleggia, (Chiamare il Service Scotti per intervento e sostituzione cinghia/giuno puleggia).

La tavola non fa più lo zero macchina all’accensione!

Il proximity di ricerca cam zero tavola si è guastato (Chiamare il Service Scotti per intervento e sostituzione proximity zero tavola) .

La Tavola non blocca e dà un errore di bloccaggio / sbloccaggio!

Il pressostato nella tavola si è guastato ( Chiamare il Service Scotti per intervento e sostituzione del pressotato). La centralina non riceve il 24 VDC per sbloccare la tavola ( controllare il cavo che arriva sul connettore ilme 10 poli, e verificare che al momento dello sbloccaggio arrivi sui pin 2/4 il 24 VDC). Il motore della centralina non gira più nel momento del bloccaggio tavola ( verificare i fusibili, il livello olio, l’alimentazione 220V monofase e tasto di riarmo temporizzatore, della potenza del motore posto sul quadro elettrico della centralina se il problema persiste contattare il ns. Service). Il tubo del bloccaggio sulla tavola non è inserito correttamente e/o presenta perdite d’olio. Il tubo idraulico è tagliato/danneggiato, oppure c’è del trafilamento dalle guarnizioni del bloccaggio della tavola.

La tavola non gira!

Il motore non riceve più i segnali per l’encoder o l’alimentazione per la potenza (Chiamare il Service Scotti per intervento tecnico o nel caso di tavole 4° asse integrato il fornitore della macchina ut., probabile rottura / bruciatura motore, o danno al cavo ele. O problema sull’azionamento motore in armadio el. cnc). Verificare subito anche se vi è liquido refrigerante o umidità sui contatti dei connettori lato tavola, se sono ben inseriti ed avvitati, se sono anche in parte schiacciati o tagliati, se la guaina è deteriorata. Inoltre nei casi di tavole con CNC Sitec2002 verificare nel menu4 che l’override sia superiore a 1 (in condizioni standard di utilizzo deve essere al 100%)

Contropunte

Devo eseguire lavorazioni di diverso tipo quale contropunta mi consigliate ?

R. La contropunta che si presta ad utilizzi di diverso tipo è sicuramente la ns. versione POWER che per l’utilizzo di il particolari cuscinetti permette di sopportare carichi medio pesanti a basse velocità di lavoro , oppure carichi leggeri ad elevate velocità di rotazione. E’ la contropunta che sposa meglio le varie esigenze di lavorazione di chi spesso deve cambiare tipologia di tornitura

Devo eseguire lavorazioni medio pesanti che modello di contropunta devo scegliere?

La contropunta idonea è la nuova POWER P per carchi di lavoro pesanti e basse velocità.

Devo ripristinare o sostituire la contropunta del mio tornio ma non conosco la conicità perché la macchina è di importazione e ha un cono che non conosco cosa devo fare ?

La SCOTTI è in grado di ricostruire ogni cono grazie al campione, infatti utilizzando la macchina di misura a scansione Zeiss siamo in grado di risalire dal vs. campione, al tipo di cono esistente sulla macchina e quindi vi possiamo fornire il ricondizionamento della vecchia contropunta o punta fissa anche con cono Asa o similari a flangia, o la fornitura della nuova contropunta senza costi aggiuntivi per l’acquisto o la produzione di bussole di riscontro. Eseguiamo anche punte speciali a disegno del cliente, e possiamo supportarvi nella scelta di punte e/o contropunte di elevate portate.

Devo eseguire lavorazioni leggere ma con velocità di rotazione molto elevate?

La contropunta ideale per questo tipo di lavorazione è sicuramente la serie SP, e per particolari esigenze di rotazioni elevate possiamo fornirle anche con dei grassi speciali che aumentano le velocità di un 30% circa (cono morse 3 max 6000rpm).

Devo eseguire lavorazioni di tubi di grosse dimensioni quale contropunta mi consigliate?

La nostra Power F è la contropunta giusta perché permette di essere abbinata alle flange a tronco cono da diametro 45mm. fino a 998mm, ovviamente si può scegliere tra i vari Cono morse da 3 a 6. Mentre se i carichi sono elevati consigliamo la Power P con cuspide F per poter accettare le flange sopra descritte.

Devo eseguire lavorazioni su un tornio con contromandrino e/o a doppia torretta con asse Y cosa mi consigliate?

La nostra SP-CD è la contropunta giusta perché permette di essere montata sul porta utensili della torretta grazie all’attacco cilindrico, ed in più ha un sistema di “carico differenziato” che permette di compensare la spinta assiale fino a d 1,5 mm. con forze assiali varabili . Questa contropunta è molto utilizzata anche su quei torni che hanno una contropunta su asse continuo e che devono poter compensare l’accostamento al pezzo in modo morbido per evitare allarmi di collisione.

Ho necessità di montare una contropunta girevole molto precisa per lavorazioni di RETTIFICA!

Si tutte le macchine ut. recenti (8/10 anni) hanno sempre qualche codice M libero per essere utilizzato in questo modo, su modelli molto datati di alcune marche è possibile trovare delle difficoltà che si possono sistemare con una spesa aggiuntiva per la modifica del PLC e dell’Hardware.

La contropunta scalda molto, dopo pochi minuti di lavorazione!

Il costo di una tavola 4° asse integrato è sicuramente maggiore di una 4° asse indexato, ma la differenza varia in funzione del CN a cui si intende collegare la Tavola. Infatti basti pensare che la differenza tra una marca e l’altra di motore-azionamento può essere anche del 40%, e poi un altro costo che varia quello del tecnico che deve installare la tavola, infatti dipende dalla distanza in qui si trova il cliente, quindi per tutte queste ragioni i costi di una tavola 4° asse sono maggiori.

La contropunta presenta una bruciatura e la punta del cuspide si è tranciata!

Le Tavole pneumatiche sono dei sistemi “ Rigidi “ ossia non possono fare posizionamenti diversi da quelli consentiti dal sistema: 15°- 30°- 45°- 60° – 90°- 120°, e la rotazione può essere solo in senso orario. Inoltre il bloccaggio di queste tavole è notevolmente inferiore alle tavole Cn perché non è idraulico ma pneumatico. Sono indicate per applicazioni dove il pezzo o l’attrezzo necessita sempre delle medesime divisioni angolari uguali.

Trascinatori

Posso montare il trascinatore sul tornio senza dover smontare l’autocentrante dalla macchina?

Si, tutti i ns. trascinatori lo permettono perché il corpo esterno è rettificato in asse alla punta del trascinatore stesso permettendo così il suo utilizzo sia montandolo con il cono morse sia montandolo sull’autocentrante prendendolo sul suo corpo esterno rettificato, ovviamente si consiglia di utilizzare morsetti teneri torniti per il diametro del trascinatore.

Posso montare un vs. trascinatore per rettifica al posto di uno della concorrenza?

Si, siamo in grado di realizzare interfacce o coni particolari per essere intercambiabili con le maggiori marche concorrenti.

Un trascinatore può lavorare in senso orario e antiorario ?

Si , si deve però controllare di aver montato sul trascinatore l’artiglio universale, che ha una geometria speculare su entrambi i lati di trascinamento. Se vi fossero montati gli artigli con geometria per le lavorazioni in senso orario andrebbero sostituiti, facendo attenzione che i dati di taglio dell’artiglio universale devono essere ridotti del 40% rispetto a quelli dell’artiglio con geometria in senso orario .

Si può lavorare dal trascinatore alla contropunta con i vs. trascinatori?

Si, e a tal proposito è stato creato il trascinatore prolungato serie P proprio perché i ns. trascinatori hanno un particolare sistema di auto blocco che permette di utilizzare il trascinatore sia in “ spinta” sia in direzione contraria, e grazie al prolungamento si possono tornire anche diametri molto piccoli con utensili contrari.

Con le vs. Bride di trascinamento per rettifica si possono utilizzare in tornitura?

No, la brida pn. Nasce per essere utilizzata solo per operazioni di rettifica, infatti ha un sistema che permette chiusure da 200 a 450 kg insufficienti per le lavorazioni di tornitura. Inoltre la punta in questo sistema è fissa e il corpo di trascinamento ruota quindi necessita di un platorello menabrida per il suo utilizzo.